you are here: Home Viaggi e Turismo Viaggiare e gustare Verona e il Lago di Garda – I suoi luoghi la sua storia.. Seguimi e scopriamolo..

24 -September -2017 - 05:16
Viaggiare e gustare Verona e il Lago di Garda – I suoi luoghi la sua storia.. Seguimi e scopriamolo..
Viaggi e Turismo - Viaggi e Turismo

Un viaggio nella storia, nella natura o lungo le strade del gusto e degli antichi sapori

Viaggiare e gustare Verona e il Lago di Garda – I suoi luoghi la sua storia.. Seguimi e scopriamolo..

Un viaggio nella storia, nella natura o lungo le strade del gusto e degli antichi sapori, una vacanza all’insegna dello sport, un itinerario alla scoperta degli antichi luoghi di fede: la scelta che questa terra offre è davvero ampia e in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza.

Punto di partenza Verona, con la sua storica Arena, simbolo della città, per grandezza il terzo anfiteatro romano d’Italia, che d’estate si trasforma nel palcoscenico di grandi spettacoli, concerti e stagioni liriche. Ma Verona è famosa nel mondo anche per essere la città degli innamorati. Qui, infatti, sorge la casa di Giulietta, con il celebre balcone, che rievoca la travagliata storia d’amore raccontata dal grande Shakespeare.

Sito UNESCO dal 2000, Verona è uno splendido esempio di integrazione urbanistica, architettonica e artistica dei diversi periodi storici che si sono succeduti nell’arco di 2000 anni.

Piazza Erbe ne è la massima espressione: architetture dell’epoca romana, medioevale e rinascimentale armoniosamente integrate a quelle dell’epoca scaligera e dei palazzi ottocenteschi.

A poca distanza Piazza dei Signori, il salotto di Verona, altro esempio di perfetta stratificazione storica ornata dal monumento dedicato a Dante Alighieri.

Nei pressi dell’Adige si trovano altri grandi opere dell’epoca romana e scaligera, probabilmente i due periodi storici che hanno segnato maggiormente la storia di questa città: la fortezza di Castelvecchio, oggi sede del Museo di Arte Moderna, il Ponte Scaligero, mirabile esempio di architettura medievale, e le Arche Scaligere, superbe opere sepolcrali costruite per le salme dei Signori di Verona.

Sull’altra sponda del fiume si possono ammirare i resti del Teatro Romano dove oggi, come nel passato, si svolgono importanti manifestazioni teatrali come il Festival Shakespeariano e il Verona Jazz Festival.

Dal Teatro si accede al Museo Archeologico che espone elementi scultorei e decorativi ed un’ampia oggettistica risalenti al periodo della dominazione romana. Poco distante Giardino Giusti, uno dei più bei giardini all’italiana del Rinascimento, un esempio di arte paesaggistica talmente bello da essere stato dichiarato monumento nazionale.

Tra gli edifici religiosi di maggior pregio per l’aspetto artistico e architettonico, meritano una visita il Duomo, recentemente restaurato per riportare all’antico splendore i superbi affreschi e le superficie marmoree che decorano gli interni, la Basilica di San Zeno Maggiore, chiesa romanica ricca di importanti opere pittoriche e scultoree, e la Basilica di San Fermo Maggiore composta da due costruzioni romaniche sovrapposte poi modificate nella parte superiore.

Il territorio veronese è costellato di tesori d'arte, ne sono un esempio le sontuose ville e gli imponenti castelli che si incontrano lungo le rive venete del lago di Garda, dove si trova Villa Albertini una delle più sontuose abitazioni medievali circondata da un ampio parco con viali alberati, cascate, fontane e grotte, o nella pianura veronese, ricca di testimonianze dell’epoca scaligera come i castelli di Bevilacqua e di Villafranca solo per citarne alcuni, e nella Valpolicella con le sue ville Palladiane, simbolo della dominazione della Serenissima, molte delle quali oggi sede di importanti aziende vinicole.

Una cammino a ritroso nel tempo che attraversa paesaggi ricchi di fascino e di suggestive atmosfere. La natura è stata molto generosa con questo lembo di terra e i capolavori che si incontrano visitando la Lessinia lo dimostrano.

Il ponte di Veja è uno di questi: una monumentale opera naturale di origine preistorica formatasi a seguito del crollo di una grotta. Le sue dimensioni, più di 50 metri di arcata e circa 29 di altezza, lo rendono il ponte naturale più grande d’Europa.

Continuando il viaggio nella preistoria, arriviamo a Bolca, un giacimento di fossili unico al mondo dal quale sono stati estratti migliaia di reperti in ottimo stato di conservazione, oggi esposti in molti Musei di Storia Naturale italiani e stranieri. Altra tappa da non perdere è la Grotta di Monte Capriolo, un itinerario sotterraneo di 200 metri attraverso bellissime stalagmiti, stalattiti e colate di calcite bianca.

Spostandoci sulle rive settentrionali del Garda, si entra nel meraviglio paesaggio del Monte Baldo, raggiungibile grazie ad una modernissima funivia, unica al mondo, dotata di una cabina rotante che offre la possibilità di ammirare uno spettacolo mozzafiato a 360°! Luogo ideale d’estate, quando si trasforma in un immenso e coloratissimo giardino, con orchidee, gigli rossi, stelle alpine, anemoni e peonie, e d’inverno quando il candore della neve ricopre ogni cosa trasformando questi spazi in un immenso parco di divertimenti per gli sport invernali.

Gli splendidi paesaggi del Basso Veronese consentono agli amanti degli scenari fluviali di intraprendere suggestive passeggiate lungo i percorsi naturalistici disegnati dai tanti corsi d’acqua.